Lecce non è solo barocco:oltre la città moderna con piazze e vie con locali e negozi di ogni genere, vanno ricordati fra gli altri, almeno altri due luoghi che vale la pena di visitare: il castello di Carlo V e la splendida piazza di Sant'Oronzo dedicata al patrono della città.

Piazza Sant'Oronzo è composta da edifici diversi per epoca e stile che convivono egregiamente fra loro, dominati dalla statua del santo patrono posta su colonna che si erge al centro della piazza.

Fra gli altri spiccano il palazzo del Sedile che ospita mostre ed esposizioni,ed il maestoso  Anfiteatro di epoca romana,riportato alla luce per un terzo della sua superficie, attraverso importanti lavori di scavo dopo la fine della seconda guerra mondiale

Durante il giorno vi consigliamo di visitare le numerose botteghe artigianali, in particolare quelle che producono oggetti in cartapesta ed in pietra leccese.

La lavorazione della cartapesta si diffuse per rafforzare il sentimento religioso attraverso la produzione di statue e figure sacre:ancora oggi i cartapestai la lavorano per realizzare splendidi oggetti artigianali fra cui i caratteristici "pupi" per il presepe.

La pietra leccese, materiale simbolo del barocco salentino, viene ancora oggi utilizzata per elementi costruttivi ed oggetti ornamentali, lavorata ed intagliata con passione e maestria, dai maestri scalpellini.

La notte la città, sede universitaria, si apre alla vita notturna: le strade si affollano di turisti, studenti e persone del luogo attirati da locali di diverso genere, allestimenti artistici, incontri letterari e di musica, con sempre la possibilità di gustare prodotti enogastronomici locali ed internazionali.

 

Loading...
Loading...